PREGHIERA COMUNITARIA 5 OTTOBRE 2016

Isaia 58,6-8

 Non è piuttosto questo il digiuno che voglio: sciogliere le catene inique, togliere i legami del giogo ,rimandare liberi gli oppressi e spezzare ogni giogo? Non consiste forse nel dividere il pane con l’affamato ,nell’introdurre in casa i miseri, senza tetto, nel vestire uno che vedi nudo, senza distogliere gli occhi da quelli della tua carne? Allora la tua luce sorgerà come l’aurora,
la tua ferita si rimarginerà presto. Davanti a te camminerà la tua giustizia, la gloria del Signore ti seguirà.

Proverbi 8,33-38

 Ascoltate l’esortazione e siate saggi, non trascuratela! Beato l’uomo che mi ascolta,
vegliando ogni giorno alle mie porte, per custodire attentamente la soglia. Infatti, chi trova me trova la vita ,e ottiene favore dal Signore; ma chi pecca contro di me, danneggia se stesso;quanti mi odiano amano la morte».

Isaia 49,14-15

 Sion ha detto: «Il Signore mi ha abbandonato ,il Signore mi ha dimenticato». Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere?
Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai.

 

This entry was posted in notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento