PREGHIERA COMUNITARIA 1 FEBBRAIO 2017

Sal 18(17),3-4

Signore, mia roccia, mia fortezza, mio liberatore; mio Dio, mia rupe, in cui trovo riparo;
mio scudo e baluardo, mia potente salvezza. Invoco il Signore, degno di lode,e sarò salvato dai miei nemici.

Sal 18(17),14-15

Il Signore tuonò dal cielo,l’Altissimo fece udire la sua voce:grandine e carboni ardenti.Scagliò saette e li disperse,fulminò con folgori e li sconfisse.

Sal 9,10-11

Il Signore sarà un riparo per l’oppresso, in tempo di angoscia un rifugio sicuro.
Confidino in te quanti conoscono il tuo nome, perché non abbandoni chi ti cerca, Signore.

Ebrei 11,14-16

Chi dice così, infatti, dimostra di essere alla ricerca di una patria.  Se avessero pensato a quella da cui erano usciti, avrebbero avuto possibilità di ritornarvi;   ora invece essi aspirano a una migliore, cioè a quella celeste. Per questo Dio non disdegna di chiamarsi loro Dio: ha preparato infatti per loro una città.

Sap 11,25-26

Come potrebbe sussistere una cosa, se tu non vuoi? O conservarsi se tu non l’avessi chiamata all’esistenza?Tu risparmi tutte le cose,perché tutte son tue, Signore, amante della vita, poichè il tuo spirito incorruttibile è in tutte le cose.

Ger 31,2-4

Così dice il Signore:«Ha trovato grazia nel deserto un popolo di scampati alla spada;
Israele si avvia a una quieta dimora».Da lontano gli è apparso il Signore:«Ti ho amato di amore eterno,per questo ti conservo ancora pietà. Ti edificherò di nuovo e tu sarai riedificata,vergine di Israele.Di nuovo ti ornerai dei tuoi tamburi e uscirai fra la danza dei festanti.

This entry was posted in notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento