PREGHIERA COMUNITARIA 17 MAGGIO 2017

Luca 17,3-6

State attenti a voi stessi! Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli.  E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai».Gli apostoli dissero al Signore:  «Aumenta la nostra fede!». Il Signore rispose: «Se aveste fede quanto un granellino di senapa, potreste dire a questo gelso: Sii sradicato e trapiantato nel mare, ed esso vi ascolterebbe.

Giovanni 13,3-5

Gesù sapendo che il Padre gli aveva dato tutto nelle mani e che era venuto da Dio e a Dio ritornava,   si alzò da tavola, depose le vesti e, preso un asciugatoio, se lo cinse attorno alla vita.   Poi versò dell’acqua nel catino e cominciò a lavare i piedi dei discepoli e ad asciugarli con l’asciugatoio di cui si era cinto.

Luca 7,47-50

Per questo ti dico: le sono perdonati i suoi molti peccati, poiché ha molto amato. Invece quello a cui si perdona poco, ama poco».   Poi disse a lei: «Ti sono perdonati i tuoi peccati».   Allora i commensali cominciarono a dire tra sé: «Chi è quest’uomo che perdona anche i peccati?».   Ma egli disse alla donna: «La tua fede ti ha salvata; va’ in pace!».

Colossesi 3,12-15

Rivestitevi dunque, come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza;  sopportandovi a vicenda e perdonandovi scambievolmente, se qualcuno abbia di che lamentarsi nei riguardi degli altri. Come il Signore vi ha perdonato, così fate anche voi.   Al di sopra di tutto poi vi sia la carità, che è il vincolo di perfezione.   E la pace di Cristo regni nei vostri cuori, perché ad essa siete stati chiamati in un solo corpo. E siate riconoscenti!

This entry was posted in notizie. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento