Preghiera Comunitaria del 18 settembre 2019

Isaia 27,2-5

In quel giorno si dirà:
«La vigna deliziosa: cantate di lei!».
Io, il Signore, ne sono il guardiano,
a ogni istante la irrigo;
per timore che venga danneggiata,
io ne ho cura notte e giorno.
Io non sono in collera.
Vi fossero rovi e pruni, io muoverei loro guerra,
li brucerei tutti insieme.
O meglio, si stringa alla mia protezione,
faccia la pace con me,
con me faccia la pace!
Sal 130,1-3
Signore, non si inorgoglisce il mio cuore
e non si leva con superbia il mio sguardo;
non vado in cerca di cose grandi,
superiori alle mie forze.
Io sono tranquillo e sereno
come bimbo svezzato in braccio a sua madre,
come un bimbo svezzato è l’anima mia.
Speri Israele nel Signore,
ora e sempre.
Lasciate ciò che vi impedisce di sentire l’amore di Dio e Lui cambierà la nostra acqua in vino.
This entry was posted in Notizie, Preghiera. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento