L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva

Luca 1, 46-48

La storia della Comunità Magnificat inizia a metà degli anni Settanta del Novecento,
con l’avvento, nella Chiesa del Rinnovamento Carismatico Cattolico
che, ufficialmente, venne accolto in Vaticano da Papa Paolo VI il 19 maggio 1975,
in occasione del loro Terzo Congresso internazionale.

Da lì in poi, attraverso molte vicissitudini, accompagnata dai pastori della Chiesa – prima a Perugia, quindi a Roma –
la Comunità è stata testimone di una cascata di grazia: conversioni, guarigioni, liberazioni, vocazioni
mentre il numero delle Fraternità cresceva e si diffondeva in Italia e in altre nazioni.
In questa pagina si segnalano le notizie essenziali della storia comunitaria.

Anni Settanta

Roma, 1973. Papa Paolo VI riceve alcuni leader del Rinnovamento Carismatico Cattolico.

1975

18 maggio: nella solennità di Pentecoste, a Roma, si tiene il Congresso Mondiale del Rinnovamento Carismatico Cattolico. All’indomani, un gruppo di laici insieme al parroco di San Donato all’Elce di Perugia sentono forte il desiderio di cominciare a vivere questa esperienza iniziata con i fratelli della Comunità Maria.

21 dicembre: Agnese Mezzetti e sua figlia Valentina Bettelli ricevono la preghiera di Effusione nel Gruppo Maria di Roma.

1976

Nei primi mesi dell’anno vari familiari e conoscenti di Agnese e Valentina si uniscono all’esperienza; tra questi vi è Tarcisio Mezzetti con tutta la sua famiglia. Inizia un incontro di preghiera presso la parrocchia di San Ferdinando

Novembre: Jacqueline Dupuy e Alfredo Ancillotti danno inizio, a Roma, alla Comunità Maria cui aderisce anche la realtà carismatica sorta a Perugia.

1977

Tarcisio, docente universitario, comincia una estesa attività di evangelizzazione tra i suoi studenti; questa attività viene vissuta con tensione dai responsabili della Comunità Maria. L’incontro di preghiera passa dalla chiesa di Santa Giuliana alla cappella del Vescovado. Presso la parrocchia del quartiere universitario – San Donato all’Elce – si svolge un seminario d’effusione per più di cento giovani.

1978

Febbraio: missione fuori città, presso la parrocchia di Papiano, dove un buon numero di giovani comincia il cammino.

9 marzo: Agnese, Tarcisio e don Leonello Birettoni, parroco di san Ferdinando, vengono esclusi dalla Comunità Maria; il parroco di San Donato all’Elce, don Nazzareno Bartocci, decide che gli incontri di preghiera iniziati in seguito al seminario d’effusione dell’anno precedente non si interrompano, affidandone ad Agnese e Tarcisio la cura.

10 Marzo: durante un intenso momento di preghiera personale, Tarcisio Mezzetti fa una esperienza profetica accompagnata dalle parole: “Con Gesù, su Gesù, costruisci”, riconosciute in seguito come basilari e profetiche per la Comunità.

Luglio: in seguito a vari segni ritenuti profetici – avvenuti tra Lourdes e Perugia – si decise di dare il nome di Comunità Magnificat alla nuova realtà.

7 dicembre, nella viglia della Solennità dell’Immacolata Concezione, nella parrocchia di San Donato all’Elce in Perugia, durante una celebrazione eucaristica, viene formalmente fondata la Comunità Magnificat.

1979

22 febbraio: l’Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Mons. Ferdinando Lambruschini, approva ad experimentum il primo stringatissimo Statuto.

Tra la primavera e l’autunno a più riprese il Signore dona la profezia sul complesso di San Manno, nei pressi di Perugia che – in seguito a una storia intricata e meravigliosa – diverrà la sede della Comunità.

Fine luglio: Tarcisio, nella chiesa di San Donato all’Elce, riceve le parole: “Voglio dalla Comunità quattro promesse: povertà, perdono permanente, costruzione dell’amore e servizio”.

Agosto: durante il campeggio comunitario che si tiene a Paestum, in due tende separate, il Signore parla ad entrambi i gruppi delle quattro promesse: la Comunità riconosce così profetiche le parole udite il mese precedente da Tarcisio e le accoglie come base del proprio impegno.

Nello stesso anno vengono riconosciuti i due carismi specifici ricevuti, da esercitare prioritariamente: adorazione eucaristica ed evangelizzazione.

Anni Ottanta

Tarcisio Mezzetti tiene un insegnamento durante una giornata comunitaria, nel 1987.

1981

8 dicembre: celebrazione della prima Festa della Comunità, con l’Atto di affidamento a Maria.

1982

Durante la VI Convocazione Nazionale degli Animatori del RnS del 1982 viene distribuito il primo numero della rivista Venite e Vedrete, interamente realizzata ed edita dalla Comunità.

In seguito ad attività missionarie e di evangelizzazione cominciano alcune nuove fondazioni comunitarie in altre città: Cortona, Salerno e Torino.

1984

Il nuovo Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, monsignor Cesare Pagani, chiede alla Comunità la redazione di una Regola che ne specifichi meglio vita e finalità. Le realtà comunitarie delle altre città, insieme a quella di Perugia, si considerano “sorelle”: esiste tra esse una forte comunione di intenti ma non vi è ancora un legame formale.

15 ottobre: nella chiesetta della Madonna della Luce in pieno centro a Perugia, concessa dall’Arcivescovo alla Comunità, inizia l’adorazione perpetua del SS. Sacramento, inaugurata (due giorni prima) da una celebrazione eucaristica presieduta da padre Raniero Cantalamessa.

1985

11 febbraio: nasce l’esperienza dell’Agnus Dei: Vanda Rossi e Ginette Girardet, sorelle della Comunità, cominciano una vita comune.

10 marzo: durante una giornata comunitaria presso il Cenacolo Francescano di Santa Maria degli Angeli (PG), Tarcisio tiene la celebre catechesi “Sognare il sogno di Dio”.

Nella tarda primavera si unisce all’esperienza della Comunità Magnificat la realtà di Foggia.

12 giugno: a Prepo (PG) viene firmata la prima Alleanza dai soli responsabili.

8 dicembre: primo rinnovo pubblico delle quattro promesse, presso l’Oasi di Sant’Antonio, a Perugia.

1986

23 febbraio: per coordinare le Comunità Magnificat vengono eletti tredici fratelli e sorelle che comporranno il Pastorale di servizio.

10 settembre: la Curia di Perugia dà in comodato d’uso gratuito il complesso di San Manno alla Comunità.

8 dicembre: rinnovo delle quattro promesse alla presenza dell’Arcivescovo monsignor Cesare Pagani.

1987

29 novembre: presso il Cenacolo Francescano di Santa Maria degli Angeli (PG) centosettantuno fratelli e sorelle provenienti da tutte le realtà della Comunità Magnificat in Italia fanno le quattro promesse e firmano il Libro dell’Alleanza.

Anni Novanta

Perugia, 15 ottobre 1995. Al centro della foto monsignor Ennio Antonelli, Amministratore apostolico di Perugia – Città della Pieve, nel giorno della consegna della Regola di Vita, con alcuni responsabili della Comunità

1990

Su iniziativa della Comunità di Foggia, inizia un cammino di discernimento perché la Comunità Magnificat divenga un’unica realtà.

1991

Aprile: comincia il discernimento sulla figura degli anziani della Comunità.

8-9 giugno: durante un ritiro presso l’Istituto Don Orione di Roma per i responsabili delle Comunità Magnificat, ha una accelerazione il discernimento che porterà alla decisione che la Comunità Magnificat sia una, sotto la guida degli anziani.

12-13 ottobre: la Comunità Magnificat diventa una e vengono eletti quattro anziani come responsabili: Antonio Vella, Oreste Pesare, Stefano Bagianti e Tarcisio Mezzetti. Dovranno rimanere in carica fino alla redazione di uno Statuto approvato.

1992

I quattro anziani eletti vivono una profonda difficoltà che si riverbera sulla realtà comunitaria, in particolar modo quella che gravita intorno a Perugia; l’esperienza dei quattro anziani di esaurisce.

20 dicembre: l’Alleanza viene celebrata nelle singole zone.

1993

Nella zona perugina della Comunità viene fermata l’attività ministeriale e si verifica – da quel momento in poi, in quell’area – una forte contrazione del numero degli alleati.

1994

14 gennaio: l’Arcivescovo di Perugia, monsignor Ennio Antonelli, istituisce una commissione per la redazione della Regola di Vita.

Settembre: a Perugia si sperimenta per la prima volta un cammino “a tappe”.

Dicembre: vengono istituite le Zone di Foggia, Perugia (formata dalle Fraternità di Cortona, Marsciano e Perugia), Salerno e Torino; contestualmente vengono nominati anziani in ciascuna di queste realtà e, per ciascuna, vengono eletti i primi responsabili.

1995

15 ottobre: monsignor Ennio Antonelli riconosce la Comunità Magnificat quale Associazione privata di fedeli di diritto diocesano e ne approva ad experimentum lo Statuto per tre anni.

17 dicembre: a Sacrofano (Roma), presso la Fraterna Domus, vengono eletti per la prima volta cinque responsabili generali, cui tutta la Comunità risponde, uno per ciascuna zona: Oreste Pesare (Presidente), Daniele Mezzetti, Giancarlo Giordano, Luigi Montesi, Simona Manzoni; il Consigliere spirituale generale è don Gernaldo Conti.

1996

17 aprile: con decreto del Cardinale Stanisław Ryłko, Segretario del Pontificio Consiglio per i Laici, la Comunità Magnificat viene riconosciuta quale membro effettivo della Fraternità Cattolica delle Comunità Carismatiche di Alleanza, associazione internazionale di Diritto Pontificio.

12-13 ottobre: primo Capitolo straordinario degli anziani della Comunità.

1998

La Fraternità di Cortona si separa dalla Zona d Perugia e diventa il primo embrione della futura Zona Toscana.

Primi anni Duemila

Montesilvano, 4 gennaio 2005, Convegno generale. Il moderatore generale della Comunità, Stefano Ragnacci si rivolge a monsignor Giuseppe Chiaretti, arcivescovo di Perugia – Città della Pieve e a monsignor Gualtiero Bassetti, vescovo di Arezzo – Cortona – Sansepolcro, nel giorno della consegna dello Statuto appena revisionato dalla Comunità e approvato il 24 dicembre 2004.

2000

8-9 gennaio: a Fiuggi (Roma) si tiene il primo convegno generale della Comunità Magnificat.

2002

Gennaio: con la dimissione di uno dei responsabili generali inizia la crisi che porterà la quasi totalità della realtà foggiana a dar vita a un’altra Comunità.

2003

1° gennaio: l’Arcivescovo di Perugia monsignor Giuseppe Chiaretti, succeduto ad Antonelli, nomina una nuova commissione per la verifica dallo Statuto. Di essa fanno parte fratelli rappresentanti ogni zona.

25-26 ottobre: il capitolo della Comunità approva il nuovo testo dello Statuto.

12 novembre: la zona di Foggia (esclusi dodici alleati) annuncia la nascita di un’altra Comunità, denominata Magnificat Dominum.

In questo anno inizia il primo impianto della Comunità Magnificat nella città di Bucarest in Romania che porterà negli anni seguenti alla nascita di varie fraternità in tutto il paese.

2004

In seguito a esperienze caritative volte ad aiutare bambini in difficoltà in Romania, nasce Operazione Fratellino che in seguito diverrà una ONLUS rivolta a vari tipi di attività assistenziali in vari paesi del mondo.

24 dicembre: monsignor Chiaretti approva il nuovo Statuto.

2005

4 gennaio: durante il Convegno Generale che si svolge a Montesilvano (PE), monsignor Chiaretti consegna alla Comunità il nuovo Statuto; è presente anche il Vescovo di Arezzo – Cortona – Sansepolcro Gualtiero Bassetti, il quale, nel 2009, diverrà a sua volta Arcivescovo di Perugia – Città della Pieve e quindi nuovo riferimento per tutta la Comunità.

23 settembre: riapre al culto la chiesetta del complesso monumentale di San Manno, con una Eucaristia celebrata da monsignor Chiaretti.

2006

Nella città di Istanbul (Turchia) si comincia un’attività di evangelizzazione che darà origine ad una Fraternità, composta pressoché interamente da persone convertite dall’Islam.

2007

25 novembre: il Capitolo della Comunità approva la redazione del Regolamento, che dà attuazione allo Statuto.

2008

10 maggio: monsignor Chiaretti scrive una lettera ai vescovi della Romania per presentare loro la Comunità Magnificat.

2009

30-31 maggio: primo convegno nazionale della Comunità Magnificat in Romania.

Anni 2010-2020

Ciofliceni, Snagov (Romania), Convento della Beata Vergine Maria del monte Carmelo, 8 giugno 2019. Adorazione eucaristica durante il convegno nazionale della Comunità Magnificat in Romania.

2011

Nasce a Paraná, Entre Ríos (Argentina) una missione della Comunità che darà origine ad una Fraternità in formazione in quella città.

2012

3 settembre: l’Arcivescovo di Paranà, monsignor Juan Alberto Puiggari, scrive una lettera di benedizione sull’iniziativa di far nascere una Fraternità della Comunità Magnificat nella sua diocesi.

31 dicembre: monsignor Bassetti approva il Regolamento dei consacrati per la Comunità.

2013

5 gennaio: nel corso del Convegno generale della Comunità due sorelle fanno per la prima volta la promessa definitiva di castità per il Regno nella Comunità Magnificat.

9 febbraio: monsignor Bassetti consegna alla Comunità le Linee guida per l’accompagnamento spirituale.

15 marzo: monsignor Bassetti scrive al Cardinal Ryłko, allora Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici, perché pensa “siano maturi i tempi per l’avvio delle pratiche di un riconoscimento Pontificio”.

23 luglio: viene istituita la Zona della Toscana, formata dalle Fraternità di Bibbiena, Cortona, Magione-Agello, Marti e dalle missioni collegate.

10 ottobre: la Comunità dà vita ad una fase di revisione dello Statuto per rispondere alle nuove esigenze dello sviluppo internazionale e l’Arcivescovo nomina appositamente una commissione.

2014

14 aprile: per gestire nel modo migliore e in completa trasparenza le attività caritative, La Comunità istituisce una Fondazione, riconosciuta come ONLUS.

25 aprile: viene istituito il Ministero generale del Noviziato.

6 maggio: viene istituito il Ministero generale del Discepolato.

31 maggio: inizia ad essere abitata la casa acquistata in Romania dalla Comunità, nella località di Popeşti Leordeni.

23 giugno: inizia l’adorazione – dal lunedì al venerdì, di giorno e di notte – nella chiesetta di San Manno.

2015

25 aprile: primo incontro “ufficiale” fra anziani della Comunità Magnificat e della Comunità Magnificat Dominum, dopo la rottura del 2003.

Inizia nella capitale ugandese, Kampala, un cammino comunitario che andrà consolidandosi negli anni successivi.

Viene istituita la Zona della Romania, comprendente le Fraternità di Alba Iulia, Shalom în Bacău, Misericordia in Bucarest, Betleem in Popești-Leordeni e Râmnicu-Vâlcea.

2016

A Faisalabad, in Pakistan, comincia una missione seguita dalla Comunità che, in collaborazione con vari sacerdoti, darà origine a varie iniziative per impiantare l’esperienza del Magnificat in varie località di quel paese.

17 marzo: muore Tarcisio Mezzetti, uno degli iniziatori della Comunità, probabilmente il membro più conosciuto in Italia per la sua instancabile attività di evangelizzazione, soprattutto con i seminari di guarigione e di diffusione della spiritualità comunitaria; due gironi dopo, nella Cattedrale di Perugia si svolge il solenne funerale, celebrato dal cardinal Gualtiero Bassetti, alla presenza di una folla di persone.

3 settembre: la Comunità Magnificat e la Comunità Magnificat Dominum vivono insieme il Giubileo della Misericordia a Roma.

2018

20 febbraio: la Comunità decide di assumere un Direttore esecutivo generale.

10 aprile: viene consegnato il testo del nuovo Statuto al Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita (che ha sostituito il Pontificio Consiglio per i Laici), iniziando così un lavoro di affinamento del testo per l’approvazione.

17 giugno: incontro a Foggia fra anziani della Comunità Magnificat e della Comunità Magnificat Dominum durante il quale si riconosce che “è in atto l’opera del Signore che ci spinge all’unità. Questo ci impegna in un cammino comune alla riscoperta del significato di questa unità e di una rinnovata conoscenza reciproca”.

31 luglio: viene firmato il contratto di comodato d’uso gratuito dell’Hotel Rossano di Agello (PG), che, in seguito prenderà il nome di Casa di preghiera Tabor, tale struttura verrà finalizzata a varie attività generali della Comunità, data la possibilità di accoglienza.

Autunno: comincia una missione in Etiopia, a Debra Marcos, in comunione con il vescovo locale Lisane-Christos Matheos Semahun.

8 dicembre: presso la Fraterna Domus di Sacrofano, la Comunità festeggia i primi quarant’anni di vita; tiene la catechesi della giornata padre Raniero Cantalamessa. È presente una delegazione della Comunità Magnificat Dominum.

2019

19 marzo: viene istituita la Zona di Sicilia, con le Fraternità di Siracusa, Agrigento e le relative missioni.

Maggio: viene pubblicato il primo numero del bollettino informativo “Con Gesù, su Gesù, costruisci” in cinque lingue: italiano, rumeno, turco, spagnolo e inglese.

4 giugno: una delegazione della Comunità viene ricevuta presso il Dicastero per i Laici la Famiglia e la Vita dal cardinal Kevin Joseph Farrell e dal sottosegretario per i Laici, dott.ssa Linda Ghisoni. Il cardinale afferma di aver riconosciuto nella Comunità i requisiti necessari (i segni dello Spirito e l’effettiva internazionalità dell’esperienza comunitaria) per poter proseguire il lavoro finalizzato ad affinare e approvare il testo dello Statuto.

2020

30 aprile: con un “Attestato di registrazione” firmato dal Moderatore di CHARIS (Catholic Charismatic Renewal International Service), Jean-Luc Moens, si certifica che la Comunità Magnificat “mostra la volontà della Comunità […] di vivere in comunione con tutto il Rinnovamento Carismatico Cattolico”.